PRODOTTI TIPICI Umbria

 

© 2010 prodottidopigp.it

 

 

     
     
   
   
REGIONE Umbria

 

 

Entra nel Forum e discuti con gli altri utenti sulle novità e curiosità del mondo dei prodotti DOP IGP in Italia ...

 

Prodotti DOP IGP Umbria
Guida alle Aziende produttrici DOP IGP Umbria

Forum prodotti tipici

registra la tua azienda

Prenota ora e gratuitamente la nostra guida alle aziende produttrici a marchio DOP e IGP prenota ora!

 

 

 

 

 

Prodotti DOP Umbria e IGP

Elenco dei produttori a marchio DOP IGP Umbria

DOP IGP Umbria
menu homepage informativa registrati contatti
area login PASSWORD DIMENTICATA login PASSWORD DIMENTICATA
registrati nel nostro database dei produttori Umbria


Prosciutto di Norcia IGP


La tradizionale area di produzione del Prosciutto di Norcia IGP – che comprende alcuni comuni della Val Nerina, disposti a un’altitudine superiore a 500 metri, come Norcia, Preci, Cascia, Monteleone Spoleto e Poggiodomo – ha finito, con il procedere della storia, per essere identificata come l’area di origine dei maestri esperti nel taglio del maiale per la preparazione dei salumi, chiamati appunto “norcini”. Il Prosciutto di Norcia IGP, considerato il fiore all’occhiello della produzione locale, è ottenuto con cosce provenienti da maiali pesanti dapprima rifilate e modellate a forma di pera, e poi salate a secco con sale da cucina per circa tre settimane. Dopo tale periodo vengono dissalate e insaporite con pepe ed eventualmente altri aromi. Segue un periodo di asciugatura, della durata di circa due mesi e mezzo, in cui il prosciutto subisce una leggera affumicatura. Per proteggere le parti non coperte dalla cotenna, le cosce vengono massaggiate con un impasto di strutto e farina (sugnatura). Dopo un lungo periodo di stagionatura, il prosciutto è pronto per essere commercializzato in cosce del peso di almeno 8,5 chilogrammi. Al taglio il Prosciutto di Norcia IGP si presenta di colore rosso-rosato; il suo profumo è delicato e leggermente speziato; il sapore è pieno, moderatamente sapido e dolce. Intero si conserva in cantine o locali freschi; una volta affettato è consigliabile ricoprire la parte esposta per proteggerla dall’aria e consumare le fette nell’arco della giornata. (corrieredellasera)

ELENCO PRODUTTORI di Prosciutto di Norcia IGP

 

Salamini Italiani alla Cacciatora DOP


Il nome di questi salamini, originariamente prodotti nelle fasce collinari lombarde e poi diffusi nel resto d’Italia, deriva dalla consuetudine dei cacciatori di portarli nella propria bisaccia, sia perché facilmente trasportabili sia per la praticità della monoporzione. I Salamini alla cacciatora sono di puro suino e si ottengono da parti magre della muscolatura delle carcasse e da parti grasse dure. Una volta macinate, le carni vengono insaporite con sale, pepe, aglio e talvolta vino, poi insaccate in budelli naturali o artificiali. I salamini sono di piccole dimensioni e colore rosso vivo, inframmezzato dalle parti di grasso bianche. Il profumo è delicato e il sapore dolce e aromatico. La consistenza è morbida e compatta. (corrieredellasera)

ELENCO PRODUTTORI di salamini italiani alla cacciatora DOP

 


Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP


La commercializzazione di questa carne è consentita solo nei punti vendita riconosciuti dal Consorzio di Tutela del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale, un consorzio di produttori molto attento al consumatore e che da tempo fornisce indicazioni in merito alla rintracciabilità dei bovini, dalla nascita alla macellazione. Secondo questo disciplinare la carne di Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale deve presentare il contrassegno a garanzia dell’origine del prodotto, il tipo genetico (Chianina, Marchigiana, Romagnola) e l’indicazione IGP. (corrieredellasera)

 

ELENCO PRODUTTORI Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale

 

Pecorino Toscano DOP


Il pecorino toscano si prepara con latte intero di pecora pastorizzato, coagulato con l’aggiunta di caglio di vitello. La cagliata ottenuta viene rotta in grumi di dimensioni diverse, a seconda che si voglia produrre un formaggio a pasta tenera o semidura. La massa, una volta raccolta nelle fascere, viene sgrondata del siero e successivamente asciugata.
Liberato dalle forme, il pecorino viene sottoposto alla salatura della crosta e infine alla stagionatura: quello fresco affina per circa 20 giorni, mentre quello stagionato continua a maturare per almeno quattro mesi.

All’atto della commercializzazione questo formaggio presenta forma cilindrica di 15-22 centimetri di diametro, altezza di 7-11 centimetri e scalzo leggermente convesso. La crosta è dura e giallognola, ma talvolta anche di colore bruno o rossastro, a seconda dei trattamenti cui è stata sottoposta nel corso della stagionatura (olio, cenere eccetera). La pasta è bianca tendente al paglierino; al naso ha odore intenso, mentre in bocca è dolce se giovane, piccante se lungamente stagionato. Si conserva in ambiente fresco e asciutto, talvolta sott’olio, con l’eventuale aggiunta di grani di pepe nero. (corrieredellasera)

ELENCO PRODUTTORI di Pecorino Toscano DOP

 


Olio Extravergine di Oliva Umbria DOP


La denominazione Olio Extravergine d’Oliva Umbria DOP comprende cinque menzioni geografiche: Colli Amerini, Colli Assisi-Spoleto, Colli Martani, Colli Orvietani e Colli del Trasimeno. L’Olio Colli Amerini è prodotto con almeno il 15% di olive Moraiolo, cui si uniscono olive delle varietà Rajo, Leccino e Frantoio, utilizzate da sole o congiuntamente; il Colli Assisi-Spoleto si ottiene principalmente dalla varietà di olive Moraiolo, che deve essere presente almeno per il 60%, completata da Leccino e Frantoio, da sole o insieme; il Colli Martani nasce per il 20% da olive Moraiolo, oltre che dalle cultivar San Felice, Leccino e Frantoio; il Colli Orvietani si ottiene da un minimo del 15% di olive Moraiolo e Dolce Agocia, completate da olive Frantoio e Leccino; il Colli del Trasimeno presenta varietà Moraiolo e Dolce Agocia per almeno il 15%, oltre a Leccino e Frantoio, da sole o congiunte. L’Olio Extravergine d’Oliva Umbria DOP ha colore compreso tra il verde e il giallo; il suo profumo presenta ricordi di oliva fresca, erbacei e vegetali, con intensità differente a seconda della sottozona di produzione; il sapore è fruttato con note amare e piccanti, di intensità che varia a seconda dell’area produttiva. Le olive vengono raccolte entro il 15 gennaio e, dopo essere state pulite, devono essere molite entro due giorni dalla raccolta. (corrieredellasera)

ELENCO PRODUTTORI di Olio Extravergine di Oliva Umbria DOP

 

Farro di Monteleone di Spoleto DOP


Il farro, è una pianta rustica dalla spiga affusolata, compatta e aristata con la giumella che resta aderente alla cariosside. Per l'eliminazione degli involucri esterni è necessaria una successiva "sgusciatura" (indicata anche come "scortecciatura", "sbramatura", "svestitura"), inconveniente che, insieme alle basse rese, ha nel tempo provocato il quasi abbandono della coltura, proseguita solo in aree marginali. Pertanto, per il consumo alimentare, dopo la trebbiatura, il seme deve essere liberato dal suo rivestimento operazione questa piuttosto complessa tanto che, un tempo, si doveva "sfarrare" la granella frantumandola con macine di pietra azionate a mano. Anche la pulitura avveniva manualmente e con fatica, lanciando in aria il farro spezzato affinché il vento lo liberasse dalla pula. Al tempo d'oggi, modificando delle normali macchine da riso, si è riusce a decorticare il farro senza dover spezzare il seme. A Monteleone di Spoleto, la semina avviene in primavera. Il farro può essere ridotto in granuli, come il pane grattugiato, ed in farina. Quello di Monteleone di Spoleto è l'unica specie di farro che non produce farina bianca, ma dello stesso colore della cariosside cioè color tabacco chiaro. Generalmente si cucina granuloso (polpette, minestre) Il Farroma si può utilizzare anche in grani come il riso (supplì, piatti freddi ad insalata, gallette, farro tostato in cialde) dopo un sufficiente tempo di cottura e nello stato di farina, soprattutto per crostate, tramezzini, biscotti e focacce varie. (comune.monteleone-di-spoleto.pg.it)

ELENCO PRODUTTORI di Farro di Monteleone di Spoleto DOP